martedì 7 novembre 2017

S. Messa a Vaiano (PO), domenica 12 novembre e altri avvisi da Prato






Si avvisano i fedeli che domenica 12 novembre alle ore 11:15 nella Chiesa della Badia di San Salvatore a Vaiano sarà celebrata una S. Messa in rito romano antico. La S. Messa secondo la liturgia del 1962 per il 10° anno consecutivo (a 10 anni dal motu proprio Summorum Pontificum) viene celebrata a Vaiano in occasione della festa titolare di Cristo Salvatore. Quest'anno la S. Messa sarà celebrata da don Paolo Ridolfi, Vicario Parrocchiale della Parrocchia dell'Annunciazione alla Castellina, Prato con la partecipazione del Parroco di Vaiano don Marco Locati. Alla fine della Messa sarà possibile venerare la reliquia del crocifisso miracoloso di Beirut conservata per secoli dai monaci vallombrosani di Vaiano.  Per informazioni: Museo della Badia di Vaiano (tel. +39 328 6938733 o e-mail adriano.rigoli@gmail.com).

Sono cinque le chiese della diocesi di Prato in cui si celebra regolamente la S. Messa in rito antico in latino, in seguito al Motu Proprio Summorum Pontificum del 2007: la chiesa dello Spirito Santo a Prato (piazza del Collegio), ogni domenica e festa di precetto ore 17:00: la chiesa di Santa Cristina a Pimonte, ogni domenica ore 10:00: la chiesa di San Martino a Paperino la prima domenica del mese ore 16:00 e ogni giovedì ore 7:30; la chiesa del Sacro Cuore a Prato (Via Benincasa), tutti i primi venerdì del mese ore 21:00 e la chiesa dell'antica abbazia vallombrosana di Vaiano, dedicata al Salvatore, appunto.


domenica 22 ottobre 2017

7 ottobre 2017, X Pellegrinaggio toscano: resoconto e foto

Lo scorso 7 ottobre, presso il santuario della Madonna delle Grazie di Montenero (LI), promosso e organizzato dal nostro coordinamento, si è tenuto il X pellegrinaggio dei gruppi toscani di fedeli legati alla tradizione liturgica latino-gragoriana; dopo che un considerevole numero di pellegrini ha percorso recitando il S.Rosario la salita verso il santuario, S.ecc. R.ma mons. Athanasius Schneider, assistito dai canonici dell’Istituto di Cristo Re e Sommo Sacerdote, ha celebrato un pontificale al faldistorio nella festa della Beata Vergine Maria del Rosario.

Durante l’omelia, il vescovo ausiliare di Maria Santissima in Astana, ha ricordato ai fedeli presenti che il S. Rosario è una delle lodi più belle che possiamo elevare alla Santa Vergine e che, per mezzo di esso, è possibile attingere a una cospicua messe di grazie. Mons. Schneider sottolineando, sull’esempio di grandi santi come S. Pio da Pietrelcina e S. Luigi Maria Grignon de Monfort, la potenza intercessoria di questa grande preghiera, ha invitato tutti ad amarla, recitarla e diffonderla.

Dopo il pranzo, in una sala S. Giovanni Gualberto del santuario piena di fedeli, lo stesso presule ha tenuto una conferenza, dal titolo Il significato straordinario del messaggio di Fatima, dove è stato affrontato il tema delle apparizioni e dei messaggi di Fatima, con una particolare attenzione alla ricorrente richiesta di preghiera da parte della Vergine; quindi, recita del Rosario, ma pure offerta di sacrifici e rinunce - anche da parte dei più piccoli e degli innocenti - in riparazione dei peccati dell'umanità, insistendo anche sulla realtà dell'Inferno. Sono state toccate, en passant, anche alcune questioni di estrema attualità, come certe interpretazioni dell'esortazione apostolica Amoris laetita.

I nostri ringraziamenti vanno, oltre a sua eccellenza, ai padri vallombrosani che reggono il santuario di Montenero; alle forze dell’ordine e alla polizia municipale di Livorno, per la chiusura al traffico della salita che porta al santuario; all’Istituto di Cristo Re e Sommo Sacerdote, per il servizio liturgico; agli ordini cavallereschi presenti; a tutti i dirigenti e i fedeli dei gruppi che seguono le celebrazioni more antiquo; a tutti coloro che hanno reso possibile, col loro impegno e la loro dedizione, questa bellissima giornata di amore e venerazione per la SS. Vergine Maria, castellana d’Italia e nostra speranza.






































domenica 8 ottobre 2017

Prato: decennale del Summorum Pontificum (14 ottobre)




Dopo le celebrazioni internazionali a Roma lo scorso settembre, anche a Prato sarà ricordato il decimo anniversario del Motuproprio Summorum Pontificum e la celebrazione stabile della S. Messa nella forma straordinaria del Rito Romano nella Diocesi di Prato.

Ormai sono ben 5 le parrocchie dove la S. Messa V.O. viene celebrata con regolarità. Nella parrocchia dello Spirito Santo dal 14 settembre 2007 tutte le domeniche e feste di precetto. Altre quattro, con modalità diverse, si sono aggiunte in questi dieci anni, portando abbondanti frutti di grazia e di bene in moltissime anime.



mercoledì 20 settembre 2017

X Pellegrinaggio al Santuario di Montenero, sabato 7 ottobre 2017: programma definitivo e informazioni


SABATO 7 OTTOBRE: PELLEGRINAGGIO DEI GRUPPI DI MESSA ANTICA DELLA TOSCANA AL SANTUARIO DELLA PATRONA DELLA NOSTRA REGIONE





Possiamo finalmente dare il programma definitivo del pellegrinaggio organizzato dal Coordinamento toscano al Santuario della Beata Vergine di Montenero (Livorno). Vi preghiamo di prender nota di alcune variazioni sugli orari, che potranno esser gradite in particolar modo a quanti provengono da lontano, che avranno più tempo a disposizione per poter partecipare anche alla tradizionale salita verso il Santuario, durante la quale i pellegrini recitano il Santo Rosario e intonano canti alla Vergine Maria.



Qui sotto il programma del pellegrinaggio, che si terrà sabato 7 ottobre 2017:


Ore 10,00 - Ritrovo dei pellegrini in Piazza delle Carrozze (Montenero Basso).



Ore 10,30 - Processione in salita al Santuario con recita del Santo Rosario.



Ore 11,30 - Santa Messa Pontificale in rito romano antico celebrata da S.Ecc.za Mons. Athanasius Schneider O.R.C., Vescovo ausiliare di Santa Maria in Astana, con servizio liturgico a cura dell'Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote. Si ricorda che grazie al decreto della Penitenzieria Apostolica del 18/9/2017, prot. 986/17 a firma di S. Em. il Cardinale Prefetto Mauro Piacenza, i fedeli potranno lucrare l'indulgenza plenaria, alle solite condizioni (confessione, comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del S. Padre).





Il libretto della celebrazione, con testo integrale e traduzione a fronte, sarà distribuito ai fedeli già in piazza delle Carrozze oppure potrà esser trovato presso il Santuario.

Dopo la S. Messa, sarà possibile fermarsi a pranzo. Il Coordinamento offre la possibilità di pranzare presso un ristorante con menu fisso (pasto completo) a prezzo di 18 euro (più un piccolo obolo di uno-due euro per offrire il pranzo ai sacerdoti presenti). Si chiede a tutti i fedeli di prenotare al più presto per assicurarsi il posto e comunque non oltre il giorno 2 ottobre, scrivendo al Coordinamento oppure ai singoli gruppi (più in basso troverete tutti i contatti). 

Invitiamo tutti coloro che volessero trattenersi a contattarci inviando una e-mail al Coordinamento (coordinamentotoscano@hotmail.it) o telefonando al numero 329/0538893. Chiunque non volesse fermarsi a pranzo, ma restare per la conferenza, potrà consumare un pasto al sacco o in altro luogo.

Ore 15.30 - Conferenza dal titolo: Il significato straordinario del messaggio di Fatima, presso la Sala San Gualberto del Santuario di Montenero . Relatore: S.Ecc.za Mons. Athanasius Schneider.

Si tengano inoltre presenti queste informazioni per raggiungere il Santuario.

Quanti giungeranno a Livorno con il treno, potranno sempre chiedere un passaggio al Coordinamento, ma tengano comunque presenti le seguenti informazioni. Dalla stazione centrale di Livorno è possibile arrivare a p.zza delle Carrozze (Montenero), dove parte la processione in salita al Santuario, con l'autobus di linea LAM ROSSA, che parte con cadenza molto regolare, all'incirca ogni 7-10 minuti. Gli orari sono comunque scaricabili su questo sito: http://www.livorno.cttnord.it/Orario_Invernale_Generale_In_Vigore_Da_Venerdi_15_Settembre/P/539

Si tenga conto che la salita, nonostante le pendenze, non è affatto lunga (meno di un km) ed è ben percorribile a piedi da chiunque, eccettuate persone malate o debilitate. Coloro che non saranno in grado di affrontare la salita, potranno comunque proseguire, con il medesimo biglietto dell'autobus, con la funicolare, che li condurrà direttamente davanti al Santuario.

Per quanti arriveranno in automobile, si tengano presenti queste indicazioni di massima per giungere in P.zza delle Carrozze (per il parcheggio, si consiglia di arrivare direttamente al Santuario, nei pressi del quale è possibile posteggiare l'auto gratuitamente, senza limiti di tempo):


1) Da Grosseto: Prendere la superstrada variante Aurelia (SS 1) in direzione Livorno. Dopo Castiglioncello, la superstrada finisce. Si prosegue con la strada statale, attraversando l'abitato di Quercianella. Prima del paese di Antignano, si svolta a destra, riprendendo la superstrada in direzione Livorno. Si esce a "Montenero" e si seguono le indicazioni per il paese. Dopo circa 2 km di salita (al bivio per il Castellaccio proseguire dritto, verso Montenero), si giunge in Piazza delle Carrozze.

2) Da Massa-Pisa: Prendere l'autostrada A12 in direzione Livorno. Si esce a Livorno e si prosegue sulla superstrada variante Aurelia in direzione Roma-Grosseto. Dopo qualche chilometro si esce a "Montenero" e si seguono le indicazioni per il paese. Dopo circa 2 km di salita (al bivio per il Castellaccio proseguire diritto, verso Montenero), si giunge in Piazza delle Carrozze.

3) Da Firenze: Prendere la superstrada Firenze-Pisa-Livorno. Uscire a Livorno (fare attenzione a non proseguire verso il porto) e proseguire sulla superstrada variante Aurelia in direzione Roma-Grosseto. Dopo qualche chilometro si esce a "Montenero" e si seguono le indicazioni per il paese. Dopo circa 2 km di salita (al bivio per il Castellaccio proseguire dritto, verso Montenero), si giunge in Piazza delle Carrozze.

4) Da Lucca-Pistoia-Prato: Prendere l'autostrada A11 in direzione Pisa-Mare. All'uscita di Pisa Nord, immettersi sull'A12 in direzione Livorno, e proseguire come indicato al n. 2.

Coloro che, provenendo da città toscane, non avendo a disposizione autovettura, preferissero un passaggio in automobile, potranno rivolgersi, oltre che direttamente al Coordinamento, anche ai gruppi più vicini al proprio luogo di residenza.


Li elenchiamo qui sotto, con il recapito di posta elettronica:


Bientina e zona di San Miniato (Pisa): Coetus Joseph Ratzinger coetusjr@gmail.com


Cecina: Comitato cecinese Pro multis: orobieteam@virgilio.it 


Firenze: Confraternita di San Francesco Poverino: dante.pastorelli@virgilio.it


Livorno e dintorni: Associazione Cristo Re: cristore.livorno@hotmail.it


Lucca: Comitato lucchese Lucio III Papa: comitatolucchese@gmail.com


Pisa: Comitato pisano San Pio V: comitatopisanosanpiov@gmail.com


Pistoia: Associazione Madonna dell'Umiltà: associazionemadonnaumilta@gmail.com


Arezzo, Siena e Grosseto: scrivere a coordinamentotoscano@hotmail.it

giovedì 24 agosto 2017

Monsignor Schneider al X Pellegrinaggio toscano (7 ottobre)



Monsignor Athanasius Schneider al X pellegrinaggio del Coordinamento toscano a Montenero (sabato 7 ottobre 2017)






Il Coordinamento toscano per l'applicazione del motuproprio Summorum Pontificum è lieto di annunciare che la Santa Messa Pontificale di chiusura del decimo pellegrinaggio toscano (sabato 7 ottobre 2017) al Santuario della Vergine di Montenero (Livorno), Patrona della Toscana, sarà celebrata da Sua Ecc.za Monsignor Athanaius Schneider, Vescovo ausiliare di Astana, che ringraziamo fin d'ora per aver accolto il nostro invito.

In seguito alla S. Messa secondo i libri liturgici del 1962, il vescovo Schneider terrà una conferenza sul messaggio di Fatima.

Invitiamo finora tutti i fedeli a segnarsi la data e a diffondere la notizia dell'evento. A breve saranno diramate ulteriori informazioni e diffusa la locandina con il programma definitivo del pellegrinaggio.

giovedì 17 agosto 2017

Pistoia: sospensione estiva della Messa



AVVISO




L'associazione Madonna dell'Umiltà avvisa tutti i fedeli interessati che la S. Messa in rito antico celebrata presso la Chiesa di S. Vitale (Via della Madonna, 58 - PISTOIA) sarà sospesa nei giorni 19 e 26 e riprenderà regolarmente a partire dal 2 settembre, ogni sabato ore 21.20, anticipata dal Rosario alle 20.45.

Per maggiori informazioni e contatti, consultare sempre il sito dell'associazione: http://associazionemadonnaumiltapistoia.blogspot.it/
 

venerdì 11 agosto 2017

Bientina: avviso di sospensione della Messa




Pisa: sospensione della S. Messa fino al 19 agosto



AVVISO




Il Comitato San Pio V avvisa i fedeli interessati che la S. Messa in rito antico celebrata presso la Chiesa di S. Apollonia a Pisa sarà sospesa per il prossimo sabato (12 agosto) e per la festa dell'Assunta.

Le funzioni riprenderanno con regolarità a partire da sabato 19 agosto, come sempre alle ore 18 (Rosario alle 17.40).

Comitato pisano San Pio V - Pro missa antiqua

mercoledì 2 agosto 2017

Avviso da Siena: sospensione estiva della S. Messa



AVVISO




La Santa Messa tridentina che si celebra tutte le Domeniche alle ore 17,30 nella Chiesa di San Donato a Siena viene sospesa dopo Domenica 6 Agosto. La celebrazione riprenderà regolarmente Domenica 3 Settembre.


Nell’Arcidiocesi di Siena non subirà interruzione la celebrazione della S. Messa tridentina nella Chiesa Magistrale della Milizia del Tempio nel Castello della Magione a Poggibonsi, tutte le Domeniche  e le feste di precetto infrasettimanali alle ore 9,30.

Firenze: restauro della facciata dell'oratorio di S.Francesco Poverino


Pubblichiamo con piacere la notizia che riceviamo dalla Confraternita di S. Girolamo e San Francesco Poverino. Vi daremo appena possibile riscontro dei lavori eseguiti attraverso qualche foto recente della facciata della Chiesa.
Coordinamento toscano


LA FACCIATA DI S. FRANCESCO POVERINO È STATA RESTAURATA


La scorsa settimana, dopo più di due mesi di laboriosi interventi, è terminato il restauro della facciata dell'Oratorio di S. Francesco Poverino su direttive della Soprintendenza ai beni artistici, essendo il nostro Oratorio, con i locali annessi, parte integrante del complesso monumentale del Loggiato dei Serviti, opera, fra gli altri, di Baccio d'Agnolo e Antonio da San Gallo il Vecchio, sito nella piazza della SS.ma Annunziata.

I fiorentini ed i turisti potranno adesso ammirare la straordinaria bellezza di questa parte del Loggiato, l'armonia dell'architettura – colonne, archi, portali, rosoni decorati – che, per quanto possibile, secondo la vigente “filosofia” del restauro conservativo e non ricostruttivo, sono stati riportati all'antico splendore. Del resto, la presenza dei segni del tempo nulla toglie all'eleganza della facciata e rappresenta, infine, a giudizio dei seguaci della predetta “filosofia”, un valore aggiunto di non secondaria importanza storico-artistica.

La Confraternita ringrazia di cuore tutti coloro che si sono impegnati in quest'opera che onora Firenze, in particolare: la benemerita Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze che si è fatta carico dei costi e la cui funzionaria, dott. Letizia Paradiso, è stata prodiga di utili consigli nel corso dei suoi sopralluoghi; l'arch. Simonetta Bracciali ed il suo giovane valido collaboratore arch. Massimo Papaleo, che hanno predisposto il progetto e diretto con attenzione e provata competenza i lavori; l'Impresa Edile Francesco Martelli che ancora una volta ha dato ottima prova della pluridecennale esperienza nel restauro dell'edilizia monumentale e che già in precedenza ha eseguito molti altri importanti interventi nel nostro immobile (tetto, volta, struttura muraria del sottotetto ecc.); lo studio Andrea Fedeli Restauri il cui personale ha saputo recuperare il recuperabile della decorazione dei rosoni sottoposta agli oltraggi di secoli d'intemperie, e le altre maestranze.


Tutti coloro che hanno contribuito all'encomiabile esito di questo restauro saranno considerati benefattori e come tali saranno ricordati nelle nostre preghiere.

Il Governatore
Dante Pastorelli

giovedì 6 luglio 2017

X Pellegrinaggio toscano: primo annuncio



Nella foto: Pontificale del Cardinale Raymond Burke al V pellegrinaggio toscano (2012)

Il Coordinamento toscano per l'applicazione del motuproprio Summorum Pontificum è lieto di annunciare a tutti i fedeli che quest'anno il consueto pellegrinaggio regionale presso il Santuario della Vergine di Montenero (LI), Patrona della Toscana, si terrà sabato 7 ottobre 2017.

E quest'anno l'evento avrà un sapore speciale, perché i pellegrinaggi dei centri toscani legati all'antica liturgia cattolica sono giunti alla decima edizione. Iniziato in sordina nell'oramai lontano 2008 ad opera di tre soli gruppi (quelli dell'ordine della Militia Templi, di Livorno e di Pisa), il pellegrinaggio ha anno per anno coinvolto un numero maggiore di realtà vecchie e nuove (che nel frattempo hanno aderito alla federazione del Coordinamento), ma anche singoli fedeli interessati della nostra regione e quanti altri guardano con favore alla riscoperta del tesoro di spiritualità e fede costituito dalla Tradizione.

Per celebrare questa importante ricorrenza, sabato 7 ottobre verrà officiata una S. Messa Pontificale in rito romano antico. Più avanti vi daremo maggiori dettagli e sarà diffusa la locandina dell'evento.

Coordinamento toscano "Benedetto XVI" - Per l'applicazione del motuproprio Summorum Pontificum





mercoledì 5 luglio 2017

Cecina: sospensione estiva della S. Messa



AVVISO



Il comitato Pro multis avvisa tutti i fedeli che, a causa di numerosi impegni dei sacerdoti celebranti dell'Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote, le celebrazioni in rito antico, che si tengono a Cecina, presso la Chiesa di S. Carlo al Palazzaccio, saranno sospese per il periodo estivo.

Le SS. Messe riprenderanno come usualmente, ossia la I e la III domenica di ogni mese, alle ore 9.15, a partire dal giorno 3 settembre.

La Magione: S. Messa per l'anniversario dell'emanazione del Summorum Pontificum


AVVISO




Venerdì prossimo 7 Luglio alle ore 18,30 nella Chiesa Magistrale della Milizia del Tempio (Castello della Magione a Poggibonsi), Don Andrea Cappelli celebrerà la S. Messa di ringraziamento in occasione del decimo anniversario del motu proprio “Summorum Pontificum” con il quale il Sommo Pontefice Benedetto XVI ha liberalizzato la mai soppressa Messa latino-gregoriana (tridentina) rendendola un diritto dei fedeli e dei sacerdoti. Al termine verrà cantato il “Te Deum”.

Nella Chiesa della Magione la liturgia tridentina si celebra ininterrottamente alle 9,30 delle Domeniche e delle feste di precetto infrasettimanali, (e spesso anche durante la settimana), dal 13 Marzo 1993 inaugurata dal Cardinale Silvio Oddi.

La Milizia del Tempio cura anche la S. Messa tridentina a S. Donato a Siena e in Ungheria; un suo Cavaliere è diventato Sacerdote cinque anni fa, uno sarà ordinato prossimamente in Italia ed uno tra due anni a Bamberga in Germania.

martedì 27 giugno 2017

Firenze: avviso di sospensione estiva a S. Francesco Poverino



AVVISO



Oratorio di S. Francesco Poverino - Firenze
 

La Confraternita di S. Girolamo e S. Francesco Poverino di Firenze avvisa che l’ultima S. Messa prima della pausa estiva sarà celebrata sabato 1° Luglio alle ore 17,30.


Le celebrazioni regolari riprenderanno Domenica 9 Settembre, come sempre alle ore 10.

sabato 20 maggio 2017

Prato: comunicato con avviso di SS. Messe in rito antico











COMUNICATO STAMPA


Ultima messa in latino e visita al Museo della Badia
Doppio appuntamento a Vaiano sabato 20 maggio
Nella chiesa della Badia di San Salvatore la funzione celebrata secondo il Rito Romano Antico, mentre la visita porterà alla scoperta di casa Firenzuola e della mostra sugli ex libris dedicati a Dante e Cervantes


Vaiano, 15 maggio 2017 – Ultimo appuntamento della stagione con la Santa Messa in Rito Romano antico in Latino nella chiesa della Badia di San Salvatore a Vaiano (piazza Agnolo Firenzuola 15). Celebrata secondo il Messale Romano del 1962, sabato 20 maggio (ore 16) si terrà la Messa della vigilia della V domenica dopo Pasqua che sarà celebrata dal Parroco don Marco Locati e preceduta dal Santo Rosario (ore 15.30). Si tratta dell’ultima messa in latino in calendario poiché quella prevista per il 3 giugno è stata annullata per esigenze parrocchiali. La liturgia nella forma antica del Rito Romano si configura non solo come un atto di fede, ma anche come un’operazione culturale: tutti gli arredi sacri e le opere d’arte che sono esposti nel Museo della Badia di Vaiano infatti sono stati creati per questa Messa, come in generale la maggior parte dell’arte e della musica sacra. La Santa Messa è celebrata come prefestiva e pertanto è valida per il precetto festivo.

Il calendario delle celebrazioni, iniziato a febbraio, è stato promosso, oltre che dalla parrocchia, dal Museo della Badia di Vaiano, Casa della Memoria dello scrittore e abate Agnolo Firenzuola, e dal suo coordinatore Adriano Rigoli. Proprio il Museo della Badia (piazza Agnolo Firenzuola 1, Vaiano) quest’anno ricorda il 25° anniversario dalla prima apertura al pubblico, avvenuta il 2 maggio 1992 in occasione degli Itinerari Laurenziani per il V centenario della morte del Magnifico Lorenzo dei Medici. 


Per l’occasione, sempre sabato 20 maggio (ore 16.30), si terrà una visita al Museo della Badia di Vaiano e alla Casa di Agnolo Firenzuola (1493-1543) che fu abate del Monastero vaianese dal 1538 al 1543. Sarà possibile vedere le cinquecentine originali delle opere del Firenzuola esposte nel museo della Badia, visitare il chiostro rinascimentale, la chiesa romanica, il cucinone dei monaci, l'antica gualchiera e gli scavi archeologici.

A seguire, ecco la visita alla mostra “Le Case della Memoria per Dante e Cervantes: gli ex libris raccontano i libri” con cui l’Associazione Nazionale Case della Memoria rende omaggio ai due grandi della letteratura mondiale attraverso una forma particolare di arte, gli ex libris riferiti alle loro opere principali: La Divina Commedia e il Don Chisciotte. Cuore dell’esposizione sono i 106 ex libris, proveniente dalle collezioni di Massimo Battolla e Gian Carlo Torre, cinquantadue a tema dantesco e cinquantaquattro dedicati a Cervantes. Nella seconda parte dell’esposizione si possono apprezzare i collegamenti tra alcune Case della Memoria e l’opera dello scrittore spagnolo: Miguel de Cervantes è stato infatti fonte d’ispirazione per Giacomo Puccini, Ferruccio Busoni, Giorgio de Chirico, Venturino Venturi, Antonio Gramsci, Daphne Phelps, Raffaele Bendandi e Loris Jacopo Bononi. Sia l’accesso al Museo della Badia che le visite guidate sono a ingresso libero. 

Mercoledì 31 maggio inoltre, nella chiesa di San Martino a Paperino ci sarà la conclusione del mese di maggio dedicato alla Madonna, un appuntamento annuale che si tiene in una chiesa di Pistoia o di Prato. Si comincerà alle 21 con il Santo Rosario che precederà la Santa Messa in rito antico in Latino (ore 21.30) celebrata dal Parroco don Carlo Gestri. A seguire la processione aux flambeaux dalla chiesa all'antico tabernacolo della Madonna che si trova nell'orto della canonica. Nella diocesi di Prato sono cinque le chiese in cui si celebra stabilmente la Messa in rito antico: quella dello Spirito Santo, quella di Santa Cristina a Pimonte, quella del Sacro Cuore di Gesù, quella di San Martino a Paperino e quella di San Salvatore a Vaiano. A Pistoia invece la Santa Messa in rito antico, promossa dall'Associazione Madonna dell'Umiltà, è celebrata nella chiesa di San Vitale (ogni sabato alle ore 18.30).

Per informazioni è possibile contattare Adriano Rigoli, coordinatore del Museo della Badia di Vaiano: 328.6938733; adriano.rigoli@gmail.com.